GIOVEDÌ , 18 gennaio 2018
Flash News 24
Flash
CRONACA
Rolex e soldi, a giudizio i familiari di Giuseppe Dell'Aquila: accusati di ricettazione e intestazione fittizia
di Antonio Mangione

GIUGLIANO. Andranno a processo il prossimo 17 aprile, dinanzi alla IV Sezione (Collegio A) Gup Tribunale di Napoli, i familiari del boss Giuseppe dell'Aquila. Ieri c'è stato il rinvio a giudizio per i componenti della famiglia Mattiello e Massimo Imparato per intestazione fittizia di beni e ricettazione. I fatti risalgono al 2011 quando, a seguito di una perquisizione, furono trovato presso l'abitazione una decina di Rolex e una somma contante di circa 10mila euro, ritenuto riconducibile di fatto a Peppe o' ciuccio.
Giuseppe Dell’Aquila, reggente del clan Mallardo sino al momento del suo arresto, è ora rinchiuso al 41 bis nel carcere di Novara. Ha svolto un ruolo di primo piano anche all’interno del clan Contini il cui boss,


Eduardo Romano, è imparentato con i vertici dei Mallardo. Negli anni Ottanta, per intercessione di Dell’Aquila, i Giuliano non vennero sterminati dal gruppo Mallardo-Contini-Licciardi che avevano costituito l’Alleanza di Secondigliano.

12/01/2018
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli, fondato da Aniello Di Nardo
a cura di:

Edizione N.18 Anno 15
GIOVEDÌ , 18 gennaio 2018
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Sergio Pacilio
Contatti:
Via San Francesco a Patria, 47 (1° Piano)
80014 - Giugliano in Campania (NA)
Tel./Fax. (clicca qui)
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
iOS App
Android App
Google Plus
Flipboard
YouTube