GIOVEDÌ , 28 maggio 2015
Flash News 24
Flash
PUBBLICITA' - Attendi 10 secondi
"Cavalli di ritorno", 36 persone in manette
Giugliano. Operazione scattata all'alba di venerdì. L'elenco degli indagati
di Matteo Giuliani
Gli arresti sono avvenuti all'alba di ieri. In manette siono finite 36 persone
GIUGLIANO. Il blitz è scattato ieri mattina all’alba e sono 36 le persone arrestate, di cui 14 in carcere e 22 ai domiciliari. I capi di imputazione contestati sono in tutto 180. È il bilancio dell’operazione condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Napoli e della Compagnia di Giugliano, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli. La banda era specializzata in furti e ricettazione di veicoli oltre che di vere e proprie estorsioni nella cosiddetta forma del 'cavallo di ritorno'. Secondo l'accusa i 36 indagati avevano dato vita a una vera e propria associazione per delinquere costituita per commissionare i reati contro il patrimonio. Le indagini hanno preso spunto da un arresto in flagranza effettuato dopo la denuncia di una delle vittime e si sono poi sviluppate attraverso intercettazioni telefoniche, riscontri di documenti e di dichiarazioni di persone che hanno subito i furti. Sono stati accertati decine di casi di furti di veicoli a cui seguiva il cosiddetto fenomeno del 'cavallo di ritorno' utilizzato sia per auto che per moto. Veri e propri "rinvenimenti miracolosi", così come li ha definiti il procuratore aggiunto della Repubblica Giovanni Melillo. Ritrovamenti che, quotidianamente, si verificano sia a Napoli che nelle zone limitrofe estendendosi, per altro, a luoghi di villeggiatura durante il periodo estivo. Secondo quanto emerso dalle indagini la banda avrebbe chiesto tra gli 800 e i 1.500 euro per la restituzione di auto e moto rubate. In un caso i malviventi avevano anche preso di mira una imbarcazione da diporto ormeggiata nelle acque di Mergellina a Napoli. Le indagini hanno accertato che spesso chi ha subito il furto dei propri veicoli ha preferito non denunciare il fatto cercando, invece, la 'mediazione' di 'persone della strada' pagando una sorta di riscatto per poter rientrare in possesso della propria auto o della propria moto. Le indagini, che si sono protratte da maggio a novembre 2006 hanno permesso, però, di scoprire l'esistenza sul territorio di due gruppi: uno specializzato in furti di automobili l'altro in furti di moto e scooter. (fonte Apcom)

L'elenco degli indagati. Vincenzo Di Napoli, 44 anni, custodia in carcere; Massimo Argenziano, 35 anni, custodia in carcere; Francesco Alterio, 43 anni, custodia in carcere; Fabio Amabile, 35 anni, custodia in carcere; Andrea Caliendo, 38 anni, custodia in carcere; Francesco Caputo, 40 anni, arresti domiciliari; Giorgio Caputo, 35 anni, arresti domiciliari; Domenico Corrado, 51 anni, custodia in carcere; Pasquale Corrado, 30 anni, custodia in carcere; Marco dell'Annunziata, 42 anni, arresti domiciliari; Antonio Di Costanzo, 51 anni, custodia in carcere; Bruno Di Francia, 46 anni, arresti domiciliari; Sergio Di Palma, 34 anni, custodia in carcere; Mauro Di Vicino, 32 anni, custodia in carcere; Francesco Franzese, 41 anni, arresti domiciliari; Arturo Guida, 36 anni, custodia in carcere; Antonio Lago, 33 anni, arresti domiciliari; Vincenzo Langella, 34 anni, custodia in carcere; Antonio Luongo, 34 anni, arresti domiciliari, ma arrestato in flagranza per detenzione di arma da sparo; Domenico Luongo, 56 anni, arresti domiciliari; Pasquale Luongo, 32 anni, custodia in carcere; Raffaele Prisco, 44 anni, arresti domiciliari; Andrea Ranieri, 48 anni, arresti domiciliari Michele Santorelli, 41 anni, arresti domiciliari; Alfonso Vitiello, 44 anni, arresti domiciliari; Massimo Ciotola, 36 anni, custodia in carcere; Pasquale Bruno, 28 anni, arresti domiciliari; Barbara Buonocore, 36 anni, arresti domiciliari; Francesco Colella, 28 anni, arresti domiciliari; Gennaro Di Dio, 27 anni, arresti domiciliari; Massimo Errico, 29 anni, arresti domiciliari; Gennaro Iorio, 26 anni, arresti domiciliari; Dario Marra, 23 anni, arresti domiciliari; Salvatore Moschini, 41 anni, arresti domiciliari; Luigi Nostrato, 30 anni, arresti domiciliari; Alberto Pomidoro, 44 anni, arresti domiciliari.
13/03/2010
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli
Edizione N.148 Anno 12
GIOVEDÌ , 28 maggio 2015
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Aniello Di Nardo
Contatti:
Via della Libertà, 1176
80010 - Villaricca (NA)
Tel./Fax. 081.8182158
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
Google Plus
Flipboard
YouTube