VENERDÌ , 29 maggio 2015
Flash News 24
Flash
PUBBLICITA' - Attendi 10 secondi
IL CONTABILE DEL CLAN NUVOLETTA CONDANNATO A 22 ANNI
Marano, l'imprenditore Nocera stanato alle Canarie dalla polizia
di REDAZIONE
<B>MARANO</b>. Pietro Nocera
.
MARANO. Pietro Nocera, ritenuto contabile del clan della camorra Nuvoletta di Marano, è stato arrestato a Gran Canaria (Isole Canarie). Lo ha riferito oggi la polizia spagnola in un comunicato. Sul detenuto, condannato in Italia a 22 anni e 6 mesi di carcere, pendeva da ottobre del 2003 un mandato di arresto europeo e richiesta di estradizione per associazione per delinquere di stampo mafioso. Secondo la procura di Napoli, Nocera, 47 anni, era il contabile del clan Nuvoletta e principale prestanome del capo Angelo Nuvoletta, arrestato nel 2001. Nel marzo scorso, beni mobili ed immobili per un valore complessivo di 3,5 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a Nocera, a Napoli. Nocera abitava a Las Palmas, capoluogo di Gran Canaria, insieme con altri tre italiani.

Pietro Nocera, ritenuto il contabile del clan della camorra Nuvoletta di Marano, arrestato a Gran Canaria (Isole Canarie) dalla polizia spagnola, secondo gli investigatori, nonostante fosse latitante da oltre due anni, continuava a gestire gli affari dell'organizzazione. A dicembre dello scorso anno la sezione misure di prevenzione del tribunale di Salerno dispose il sequestro di numerosi beni che, anche se intestati a persone diverse, erano riconducibili allo stesso Nocera che per anni avrebbe riciclato i soldi del clan. Un fiume di denaro investito nel corso degli anni per l'acquisto di terreni, di quote in società di costruzioni e di un albergo e altri beni per un valore stimato di circa 25 milioni di euro. Il mese successivo, sempre il tribunale di Napoli emise un altro provvedimento di sequestro di beni di altri immobili e quote societarie per altri 6 milioni di euro. L'ultimo provvedimento è stato emesso nel marzo scorso quando, sempre su disposizioni del tribunale di Napoli, sono state sequestrate altre quote di una società edile, impegnata in lavori di subappalto, per la costruzione di numerosi alloggi nel Nord Italia. Il valore dei beni sequestrati a marzo scorso è di circa 3,5 milioni di euro.
29/12/2005
Inserisci un commento utilizzando l'account di InterNapoli.it
Nome Utente
Password
 
 
Più Letti

Dal 2000 è il primo quotidiano on-line dell'area nord di Napoli
Edizione N.149 Anno 12
VENERDÌ , 29 maggio 2015
Registrazione al Tribunale di Napoli Nr.98 del 26/10/2004
Direttore responsabile: Aniello Di Nardo
Contatti:
Via della Libertà, 1176
80010 - Villaricca (NA)
Tel./Fax. 081.8182158
E-mail: redazione@internapoli.it
Facebook
Twitter
Google Plus
Flipboard
YouTube